Documentazione dello stato di dighe

Creazione di ortofoto per la documentazione del paramento di monte di dighe, Cavagnoli TI

Indietro

L'Ufficio federale dell'energia (UFE) chiede che le dighe vengano sottoposte periodicamente a delle ispezioni per rilevare eventuali danni. Di regola questi rilevamenti sono eseguiti tramite un monitoraggio visivo da parte di un collaboratore esperto.

Questo lavoro può essere facilitato usando droni professionali equipaggiati con camere ad alta risoluzione.

L'Ofima SA ha incaricato lo Studio Meier per il rilievo di un'ortofoto che documenti lo stato attuale della superficie del paramento di monte della diga Cavagnoli (Val Bavona). Tramite l'utilizzo di un drone sono scattate oltre 1000 fotografie del paramento della diga, alta 111 metri e larga 320 metri.

L'ortofoto ricavata dalle fotografie ha una risoluzione di 1 cm, permettendo di individuare e mappare con maggior accuratezza possibili ammaloramenti del paramento, come nidi di ghiaia esposti, fessurazioni, etc.

Usando rilievi fatti in un momento successivo è possibile di monitorare i cambiamenti dei singoli ammaloramenti del paramento.

I responsabili delle opere idrauliche di sbarramento dispongono con questa tecnologia uno strumento per documentare lo stato di conservazione delle infrastrutture da loro gestite.

Oltre alle ortofoto, il rilievo con il drone permette di ricavare un modello preciso in 3D della diga.

Altre referenze

Tutte le referenze